Casa dolce casa…

Casa dolce casa il nostro rifugio

Il ritorno a casa dopo un periodo di assenza, anche se per le vacanze, regala sempre un senso di tranquillità…

È bello stare in vacanza: rilassarsi al sole oppure visitare posti nuovi. Ma ogni volta che torno a casa dopo una bella vacanza una sensazione di pace e tranquillità mi prende. Finalmente sono tornata alla mia “Casa casina…”

Che la nostra casa sia  una capanna, una palafitta o un appartamento in città poco importa, riesce sempre a infondere nel nostro animo un senso di protezione.

È questo che ci racconta con parole e immagini Manuela Mapelli in Casa Casina, Edizioni corsare.

E’ proprio ora, che sono appena rientrata dalle vacanze, che voglio parlarvi di questo libro. Nonostante la nostalgia dei giorni appena trascorsi e la consapevolezza che mancano tanti giorni prima di poter ripartire, sono di nuovo stupita dell’effetto magico che mi fa il tornare a casa. La sensazione di pace che mi ha avvolto mi ha fatto venire in mente questo libro e ho deciso di rileggerlo e presentarvelo.

Una filastrocca che ci racconta alcune delle case possibili, case diverse, anche tane e nidi di animali. Ci sono case che ci accolgono e ci proteggono; che sono il nido a cui è bello fare ritorno. Ma ci sono anche le case che tremano per il terremoto, che possono fare paura, oppure la casa panchina per chi non ha più un tetto sotto cui dormire.

Non è importante che sia una villa, una reggia, una capanna o un piccolo nido su un albero, la nostra casa è casa grazie agli affetti, agli odori a cui siamo abituati, ai sogni che ci sono rinchiusi, all’amore che possiamo trovare in ogni angolo.

Quando torniamo a casa ci sentiamo a nostro agio, avvolti da un’aurea protettiva:

Casa tranquilla,

casa piccina

dal bagno in un passo

sono in cucina,

casa possiedi

anche un bel letto,

dentro di te

io mi sento protetto.

Casa casina è un libro dal testo delicato, accompagnato da immagini leggere. Ma il messaggio è forte: la casa è dove c’è amore, dove si possono fare sogni e da cui si parte per affrontare il mondo. E soprattutto è un diritto che ogni bambino dovrebbe avere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *